Creare un logo adesso

I 10 migliori loghi del settore viaggi

Pubblicato : 24/02/2021

I viaggi dovrebbero essere divertenti ed entusiasmanti, devono sfruttare la passione naturale delle persone per l’avventura… e allora perché così tanti loghi nel settore viaggi sono tanto noiosi? Se siete un brand che opera con i viaggi, il vostro logo dovrebbe riflettere l’eccitazione e l’entusiasmo del vostro settore per attrare i clienti. La domanda è: come si disegna un logo per il settore del turismo se non si ha esperienza nel design di loghi? 


In questa guida, vi spiegheremo come disegnare il vostro logo, iniziando però da un’analisi approfondita dei 10 migliori loghi da emulare. Vi spiegheremo cos’è che questi brand fanno nel modo giusto e vi daremo dei consigli pratici che torneranno utili ad attività tanto piccole quanto grandi. 


1. Lufthansa 

 

 

Lufthansa ha un ottimo logo che rispetta diverse linee guida del design. Innanzitutto, il loro simbolo è un uccello – uccelli, aeroplani e altri oggetti volani vengono comunemente usati nel settore in quanto rappresentano la libertà di andare dove si vuole (per non parlare del fatto che spesso, quando si viaggia, si vola).  


Non è solo l’iconografia dell’uccello, ma anche lo stile con cui è disegnato. Lufthansa sfrutta alla perfezione la ripetizione delle linee parallele le quali, come spiegato nella nostra guida all’uso delle forme nel design dei loghi, denotano stabilità e affidabilità.  


Per i brand del settore viaggi, queste linee parallele vengono spesse usate per dare l’idea del movimento. Troppe linee dritte, come quelle nel lettering del nome del brand, possono rendere un logo rigido o eccessivamente formale. Per controbilanciare questo effetto, Lufthansa sceglie di incasellare l’uccello in un cerchio che riesce ad ammorbidire l’immagine e a darle un aspetto più informale.  


2. Airbnb 
 


Uno dei loghi più riconoscibili del settore, Airbnb combina vari principi di graphic design per creare un logo semplice ma pregno di significato. L’uso delle curve gli dona un aspetto informale e divertente, un’ottima scelta per mitigare i timori per un brand che invita le persone a vivere a casa di sconosciuti.


Lo stile informale è accentuato inoltre dal cuore stilizzato posto a testa in giù, un simbolo universalmente associato con la pace e la fiducia. Tuttavia, uno degli elementi migliori di tutto il logo è il sottile rimando al puntatore delle mappe digitali (la forma che si trova al centro). Sebbene non sia sempre ovvio, questo ovale appuntito viene spesso associato con i segnalini sulle mappe digitali, suggerendo anche a chi non ha mai sentito nominare Airbnb che il brand faccia parte del settore viaggi  


3. Tripadvisor 
 


Tripadvisor è uno dei brand di viaggi più famosi del mondo, anche se non offrono sistemazioni o trasporto a lungo raggio. Muovendosi più che altro nel reame dei consigli e della pianificazione, si possono permettere di sperimentare con diverse tecniche di design che sono in un certo senso ‘proibite’ agli altri brand. 


Ad esempio, i gufi vengono spesso utilizzati nei loghi del settore educativo, essendo collegati all’intelligenza. Tuttavia, siccome Tripadvisor ha un piede nel settore viaggi e uno in quello educativo, il gufo è la soluzione ideale – essendo un uccello, è adattissimo ai loghi turistici. L’uso eccessivo di cerchi inoltre li rende più affabili e accoglienti per i nuovi utenti. 


4. Expedia

 


Forse gli aeroplani sembrano onnipresenti in questo tipo di loghi, ma non c’è simbolo migliore per rappresentare il viaggio – vedendo il loro logo, nessuno potrà mettere in dubbio quale sia il settore in cui opera Expedia. Ciò che rende questo logo tanto efficace e la lunga linea che esce dalla coda dell’aeroplano: come le linee parallele di Lufthansa, la lunga linea che esce dalla coda dell’area fa sì che l’immagine sembri muoversi in avanti, aggiungendo altra vita al logo. 


Inoltre, così come fa Lufthansa, Expedia incasella il logo in un cerchio per far apparire il brand più accogliente. Se conoscete la teoria dei colori per il design dei loghi, potrete inoltre apprezzare i colori scelti da Expedia. Il blu scuro suggerisce capacità e fiducia, tratti necessari per alleviare i timori del viaggio, mentre il giallo è il colore perfetto da abbinarvi, così come abbiamo spiegato nella nostra guida alla combinazioni dei colori.

 

5. Azul Airlines logo design

 


 


Imparare le regole è di fondamentale importanza, ma lo è anche capire quando romperle. Azul Airlines devia dalle pratiche standard dei loghi di viaggio, ma lo fa in modo ponderato. 


Il loro è un logo spigoloso, pieno di rettangoli, linee dritte e angoli acuti. Di solito queste sono tecniche di design riservate ai brand seri e professionali – rappresentano autorità e stabilità, ma non affabilità. 


Tuttavia, Azul ammorbidisce tali caratteristiche in due modi. Primo, usa dei vibranti colori pastello, che vengono percepiti come simpatici e stravaganti. Inoltre, usa anche degli elementi visivi unici e creativi – il Sud America immaginato da un cubista, per dire. L’elemento visivo aiuta le persone non solo a ricordarsi del brand, ma anche ad associarlo con la principale area geografica in cui opera.  


6. Budget Yatra 

 


Così come Budget Yatra rende possibile il viaggio anche a chi non ha molti soldi da spendere, il loro logo prende le tecniche tradizionali di design e dona loro un tocco ‘economico’. È una scelta rischiosa – tutti vogliono una compagnia area low-cost, ma nessuno ne vuole una ‘scadente’ – ma Budget Yatra se la cava alla grande. 


Ad esempio, usano una versione più ‘economica’ degli aeroplani. Gli arei di carta possono farsi complicati, e così hanno scelto uno stile visivo semplice e immediato con una quantità minima di linee e dettagli. Inoltre, il colore arancione viene spesso associato ai prodotti a buon mercato: è chiaro che i loro designer hanno fatto i compiti a casa. 

 

7. Velvet Escape 

 


 


Essendo un sito dove vengono raccolte le recensioni delle destinazioni di viaggio, Velvet Escape segue dei criteri diversi per il proprio logo. Sfruttano questa loro libertà scegliendo il colore verde e ricorrendo a una simbologia che richiama l’ambiente – rivolgendosi così ai viaggiatori più giovani e più eco-friendly. 


Ma quelli di Velvet Escape vuole comunque far sapere alle persone il settore in cui operano, e così hanno deciso di mantenere alcuni degli elementi di punta dei loghi del settore viaggi. Il loro logo ruota attorno al simbolo dell’uccello, un’icona usata sovente in questo genere di design, e la lunga linea attaccata alla coda dell’uccello è lì a indicare il movimento (così come accade con Expedia). Riescono benissimo a mescolare questi elementi tutti assieme – la linea di volo dell’uccello funge anche come vena della foglia, creando un logo memorabile che i reader riconoscono facilmente.  


8. Garuda Indonesia 

 


 


Abbiamo parlato del trend degli uccelli e delle linee parallele nei loghi di viaggi, ma il logo di Garuda Indonesia li utilizza entrambi alla perfezione. Il logo riesce veramente a enfatizzare il movimento dinamico dell’immagine, qualità ulteriormente sottolineata dal modo in cui le line si assottigliano da destra a sinistra. 


Inoltre, vale la pena menzionare l’utilizzo delle curve – gli elementi che più risaltano sono arrotondati e circolari, rendendo il brand più giocoso e informale. Persino il becco e gli occhi ‘arrabbiati’ dell’uccello sono leggermente arrotondati agli angoli per far sì che il logo non appaia troppo aggressivo. Il colore scelto, con diverse sfumature di blu, aiuta il marchio ad apparire tanto amichevole quanto professionale. 


9. Anywhere We Roam 

 


 


Un altro blog di viaggio, Anywhere We Roam sembra aver imparato la lezione di Airbnb. Anche loro utilizzano il segnalino delle mappe come immagine principale, un indizio per dire al pubblico che lavorano nel settore viaggi. Ma, a differenza di Airbnb, qui viene incluso un rivelatore puntino al centro del simboletto, spazzando via ogni dubbio sul suo reale significato. 
Per quanto i loghi in bianco e nero tendano a essere più seri di quelli colorati, Anywhere We Roam sfrutta l’adorabile stilizzazione di un paio di piedi per mantenere un’atmosfera leggera e rilassata. Il loro unico stile per disegnare le impronte non solo rappresenta l’industria dei viaggi, ma è anche in grado di lasciare un’impressione duratura nella mente di chi guarda. 

 

10. Cathay Pacific 


 
Per ultimo, abbiamo uno dei loghi più di successo del lettore viaggi, un logo che mette in bella mostra alcune delle migliori tecniche di design da applicare al settore. Cathay usa la forma di un uccello e le linee ripetute come fanno sì altri loghi, ma lo fanno in un modo del tutto originale. Anzi, viene anche da chiedersi se quello sia un uccello o no – per quanto quel leggero alone di mistero non faccia altro che renderlo ancora più memorabile. 


È questo l’obiettivo di tutti i loghi, non solo quelli del settore viaggi – ricorrere alle collaudate tecniche di design, ma utilizzarle in un modo mai visto prima d’ora. Se ci riuscite, avrete un logo che sarà tanto iconico come quello di Cathay Pacific. 
 


3 consigli degli esperti


 
Che cosa possiamo imparare da tutti questi loghi? Ecco 3 consigli da tenere a mente quando sarà ora di disegnare il vostro. 


1. Simbologia del volo


I loghi non ruotano tutti intorno ai colori divertenti e alle mascotte – i loghi sono degli strumenti di comunicazione che permettono al pubblico di capire in quale settore opera l’azienda a cui appartengono. Essenzialmente, il vostro logo vi fa pubblicità, spiega chi siete e cosa fate. 


Quindi, per i loghi del settore viaggi, è bene includere la simbologia del volo per indicare per l'appunto che quello è il vostro settore (anche se non siete una compagnia area, come abbiamo visto con i loghi dei blog). Le due icone più ovvie e comuni sono ovviamente gli aeroplani e gli uccelli, ma per fortuna la scelta è ampia, e quindi è ancora possibile risultare unici e originali. 

 

Considerate sempre il tipo di brand che volete essere prima di scegliere un’immagine o uno stile. Ad esempio, Tripadvisor vuole risultare istruttivo e saggio, e quindi hanno usato un gufo – sempre un uccello, ma un uccello specifico per la loro brand identity. Allo stesso modo, Budget Travel usa un aereo di carta perché operano nel campo dei voli low-cost – si tratta pur sempre di un aeroplano, ma ha uno stile che richiama i loro specifici obiettivi di business. 


2. Cerchi e curve


In base a chi lo chiedete, i viaggi possono essere spaventosi e stressanti – specie se si viaggia in aereo. Per aiutare a mitigare tali paure, un sacco di loghi di viaggio incorporano degli stili visivi che aiutano le persone a rilassarsi, come ad esempio i colori pastello, delle immagini graziose e, per l’appunto, cerchi o curve.


Come abbiamo spiegato nella nostra guida all’uso delle forme nel design dei loghi, i cerchi e le curve donano al logo un aspetto giocoso e amichevole. L’occhio segue in modo naturale tutte le linee che ha davanti, e così le linee circolari o mosse sono divertenti da guardare, in opposizione alle linee dritte e agli angoli acuti, che invece risultano seri. 
Vediamo un sacco di loghi di viaggio che usano i cerchi e le curve per mitigare le naturali paure associate al viaggio e aiutano i clienti a rilassarti. I viaggi dovrebbero essere divertenti e spensierati, e quindi moltissimi loghi del settore tendono a scegliere un design informale e amichevole. 

 
3. Usate le linee per suggerire il movimento


Una tecnica presa di peso dalle pagine dei fumetti, un sacco di loghi nel settore viaggi usano le linee per ‘ingannare’ l’occhio e fargli credere che un’immagine statica sia in realtà in movimento. Come detto poco fa, l’occhio umano segue tutte le linee che vede, e il movimento dell’occhio può essere manipolato per far sì che un’immagine sembri più ‘viva’ di quanto non sia in realtà. 


Con i loghi del settore viaggi, questa tecnica viene usata principalmente in due modi. Il primo sono le linee parallele: l’uso di molteplici linee che viaggiano tutte nella stessa direzione suggerisce che un oggetto si sta muovendo lasciandosi dietro una scia sfocata come succede con gli oggetti in movimento nelle foto. 


Il secondo modo è l’utilizzo di una singola linea, ma disegnata in modo che attragga la maggior parte dell’attenzione. Sia nel logo di Expedia che in quello di Velvet Escape, la “scia” è molto più lunga delle altre linee, aiutandola a risaltare. La bellezza di questa tecnica è la possibilità di fare tutto quello che si vuole con la linea: una linea lunga e dritta fa sì che l’immagine sembri andare più veloce e più lontana, ma una linea ondeggiante fa sì che l’immagine sembri danzare o divertirsi.  
A prescindere dalla tecnica che scegliete di usare, assicuratevi di porre la linea dietro l’oggetto per far sì che sembri muoversi in avanti. In breve, posizionate la linea per indicare dov’è l’oggetto si trovava poco prima, non la direzione in cui si sta muovendo. 


Come creare un logo 

 

 

Ora che avete un’idea di cosa ci vuole per creare un efficace logo per l’industria della moda, la domanda è: come se ne crea uno? Fondamentalmente avete due opzioni: ingaggiate qualcuno che ve lo disegni, o disegnatevelo da soli. Entrambe le opzioni hanno i propri meriti e svantaggi, e quindi vediamo di esaminarle entrambe.

 

Ingaggiare un Designer


I designer professionisti conoscono a memoria tutti i trucchi, le scorciatoie e le tecniche spiegate in questo articolo (e non solo). Quando ingaggiate un designer, che sia un freelance o faccia parte di un’agenzia, state comprando sia la loro professionalità che il loro tempo. 


Il problema è che nessun designer lavora gratis. Lo svantaggio principale risultante nell’ingaggiare un designer è il costo – i designer di talento si fanno pagare centinaia se non migliaia di dollari per il design di un logo. 


A volte potete trovare delle alternative più a buon mercato su siti come Fiverr, ma quei siti di norma non mantengono le aspettative, e ci sono migliaia di ex utenti di Fiverr che hanno la sensazione di essere stati imbrogliati. Lo standard dell’industria per un design è di circa 200 dollari. Quindi, se qualcuno vi fa pagare 5 dollari, fate bene ad essere sospettosi. 
Inoltre, anche se i soldi vi avanzano, può essere difficile trovare il designer che fa per voi. 


Il graphic design è un ambito creativo, è quindi ci sono innumerevoli stili artistici tra cui scegliere. Dovete essere sicuri di trovare un designer che comprenda la vostra visione e sia capace di darle vita – ma ciò può richiedere del tempo. 

 

Disegnate voi il vostro logo


 
Se non avete soldi da spendere per un logo, non disperate. In passato le opzioni erano limitate, ma la tecnologia oggigiorno è così avanzata che, virtualmente, chiunque può disegnare il proprio logo con uno strumento di design online di loghi come Logogenie. 


Nella nostra era digitale, il design ruota più attorno alle idee creative che alle abilità tecniche delle vostre mani. Non dovete padroneggiare l’uso del pennello o della matita – non avete nemmeno bisogno di una mano ferma. Con i creatori digitali di loghi, l’unica cosa che vi serve è un’idea. 


Logogenie, così come altri strumenti di design online, utilizzano i template per rendere il design facile e veloce, anche per chi non ha nessuna esperienza. Primo, scegliete l’industria dal menu a tendina. 


Il nostro algoritmo, dunque, genererà le scelte migliori per l’industria: in questo caso, scuola e educazione. 
Sceglietene una che vi piace e cominciate a modificarla. Potete personalizzare ogni template a vostro piacimento, scegliendo: 
 
- Immagini principali
- Nome dell’azienda e slogan
- Font 
- Schemi coloro
- Dimensione del testo e delle immagini
- Posizione del testo e delle immagini
- Aggiunta di nuove icone
- Layering (posizionare alcune immagini davanti o dietro ad altre)

 
Nella nostra libreria troverete oltre 200 icone. Un’occhiata veloce vi mostrerà che ci sono un sacco dei simbolismi intellettuali di cui abbiamo parlato sopra, tra cui alberi e foglie arcobaleno, crest, libri, tocchi e molto altro ancora.  


Usando un creatore di loghi come Logogenie, potrete creare un logo dall’aspetto professionale nel giro di un minuto. Una volta finito, potrete acquistare tutti i permessi e le licenze commerciali per 24,90 dollari – e il logo sarà vostro per sempre. 
Anche se lo stile template del design funziona bene per chi è alle prime armi, otterrete dei risultati migliori approfondendo le basi del graphic design. Continuate a leggere il nostro blog per speciali consigli in ambito di design direttamente dagli esperti.

 

Potrebbe piacerti anche