7 modi per sfruttare la SEO

- Pubblicato : 19/01/2019
 
Sia se state provando a far partire il vostro business online o sia se siete nel giro ormai da un pezzo, con ogni probabilità già sapete quanto sia importante farsi notare dal vostro pubblico: per farlo, dovete diventare amici dei motori di ricerca, per così dire. In altre parole, la SEO, l’ottimizzazione dei motori di ricerca, è imprescindibile e, onestamente, pensiamo sia ridicolo che alcuni articolisti se ne vadano in giro a dire “la SEO è morta”. 
La SEO cambia di continuo, e nonostante Google abbia introdotto RankBrain, questo meccanismo non è ancora abbastanza intelligente da poter decidere da solo quali siti offrono dei contenuti di qualità. Infatti, RankBrain analizza più di 10.200 tra segnali maggiori e minori. E questo per rispondere a tutti quelli che credono che la SEO sia morta. Se ancora non siete sicuri se la SEO sia uno strumento essenziale per il vostro business online, allora date un’occhiata alle 7 ragioni per cui la SEO è il modo principale per far crescere la vostra azienda e il vostro brand. 
 

1. La SEO non andrà da nessuna parte
 

Abbiamo già detto che RankBrain analizza più di 10.000 segnali prima di decidere dove posizionare il vostro sito all’interno dei risultati di ricerca, il che rende palese quanto ancora sia importante la SEO. Il che è doppiamente vero per tre dei segnali più importanti, ovvero: contenuti di alta qualità, backlink da siti di prestigio e keyword rilevanti. 
Persino le tecnologie emergenti come ad esempio la ricerca vocale si affidano alle parole chiave degli utenti per individuare un negozio o trovare un oggetto particolare. I motori di ricerca, per quanto siano intelligenti, non sono ancora capaci di interpretare il linguaggio umano come riescono a fare le persone e, fino a quando ciò non accadrà, la SEO continuerà sempre ad essere il ponte tra le macchine e gli umani. E questo è vero sia se vi occupiate di scrivere saggi a buon mercato, sia se siete i titolari di un negozio online. 
 

2. L’ottimizzazione non costa un occhio della testa
 

A meno che il vostro business online sia già fiorente, allora probabilmente pensate di aver già spalmato il vostro budget il più possibile, e spesso non sapete se dovreste investire nella vostra azienda o spendere più soldi sul marketing. Purtroppo, il marketing non costa poco. La SEO, d’altro canto, sì, e se ve ne occupate in prima persona riuscirete a risparmiare un sacco di soldi. Cerchi un supporto professionale per visibilità sui Motori di Ricerca e SEO?
 
Ora, il ROI è inferiore al pay-per-click, ma non è affatto male. I social media vi aiutano eccome ad attirare nuovi clienti e a migliorare l’immagine del vostro brand, ma la base della vostra presenza online si fonda pur sempre sulla SEO. È un’ottima notizia per quei business che non dispongono di moltissimo denaro da spendere nel marketing (almeno non nei primi tempi). 
 

3. L’ottimizzazione vi aiuta a trovare più clienti
 

Si stima che qualcosa tra l’80% e il 90% dei clienti navighino sul web per consultare le recensioni degli utenti e le specifiche dei prodotti prima di decidere se acquistare un prodotto o meno, anche se si trovano dentro il negozio vero e proprio. È una percentuale che non farà che aumentare, il che significa che dovrete fare tutto quello che potete per far sì che il vostro prodotto o servizio sia visibile online. E il modo migliore per farlo rimane sempre l’ottimizzazione.
 

4. La Local SEO e le ricerche da dispositivi mobili sono in continuo aumento
 

Le ricerche da dispositivi mobili hanno cominciato a dominare l’ambiente online, e Google si è mosso di conseguenza, introducendo il primo indexing dedicato apposta ai dispositivi mobili. In un certo senso, questo complica le cose per i commercianti, che ora devono far sì che i loro siti web siano dotati di un design responsivo; ma, d’altro canto, ha aperto le porte ad alcune nuove pratiche e tecniche che possono aiutarvi a guadagnare altri clienti, come ad esempio la Local SEO e altre soluzioni digitali per supportare il mobile payment ed interagire con i turisti cinesi in visita nel nostro Paese.
 

5. L’ottimizzazione è fondamentale per un user experience di qualità
 

Google lavora sodo per garantire un user experience di qualità, e questo è uno dei motivi per cui favorisce i siti web e i business online con un design responsivo, del contenuto di alta qualità, un’interfaccia utente ben progettata, e così via. Sono tutte cose che fanno parte della SEO. Certo, è cosa buona sforzarsi sempre di fornire ai vostri clienti la miglior esperienza possibile ma, in questo caso, dovete farlo, perché meglio è, più in alto vi posizionerete nei risultati di ricerca di Google.  
 

6. L’ottimizzazione produce effetti duraturi
 

Se avete curato la SEO, allora preparatevi ad aspettare prima di vedere dei risultati veri e propri. Tuttavia, nell’arco dei primi 12 mesi, noterete già le prime differenze. Eppure: perché dovreste prendervi il disturbo se ci vuole così tanto? Perché la SEO è una strategia a lungo termine e, se fate i vostri compiti oggi, gli effetti positivi che ne ricaverete dureranno anni. Più tempo e denaro spendete sulla SEO, meglio è. 
 

7. Anche la concorrenza si occupa di ottimizzare il proprio sito
 

Probabilmente per il vostro business avete scelto una nicchia fruttuosa, il che ovviamente è una mossa astuta, perché avrete la possibilità di guadagnare. Tuttavia, questo vuol anche dire che ci sono un mucchio di concorrenti che lottano per lo stesso target. In tali casi, persino il minore dei vantaggi può volgersi a vostro favore. 
 
Potete star certi che i vostri concorrenti giocano al raddoppio, per quanto riguarda la SEO, e se voi non state facendo lo stesso, beh, vi trovate già qualche passo indietro. Ma, anche se vi affidate alla SEO per migliorare la presenza online del vostro business, tenete bene a mente che dovreste vederlo come un processo continuo, non come qualcosa da fare una tantum. Solo così potrete mantenere il vantaggio rispetto ai vostri concorrenti.
 
 

8. Usa un sistema CMS per creare e ottimizzare il tuo sito

Con i CMS (Content Management System) è più semplice ed efficace ottimizzare il proprio sito web
I CMS, come Joomla! O WordPress, offrono soluzioni ottimali per riuscire ad ottimizzare il sito web così da raggiungere una buona posizione su Google.

Sia Joomla! Che WordPress, permettono di inserire con semplicità tutti i metadati necessari ad un buon posizionamento e, tramite estensioni di terze parti, permettono di inviare periodicamente segnalazione a Google di nuovi contenuti o addirittura di aggiornare la sitemap del proprio sito web dinamicamente.

Per ottimizzare il tuo sito web realizzato con Joomla! o realizzato con WordPress, puoi affidarti a un esperto programmatore Joomla che ti aiuterà passo passo a raggiungere i tuoi obbiettivi e a posizionare il tuo sito web.
 

Conclusione
 

Quando si tratta di business online, la presenza online è tutto, e l’unico modo per far sì che i vostri prodotti siano sotto gli occhi del vostro target, è la SEO. L’ottimizzazione non solo vi aiuta a ottenere un ranking migliore, ma vi permette anche di fornire un’esperienza d’uso migliore, cosa che i vostri potenziali clienti apprezzeranno senza alcun dubbio. 

 

Crea un logo ora

 

 

Potrebbe piacerti anche